[Musica]

La parola “magico” non è sufficiente a descrivere il luogo: l’Abbazia Benedettina di Santa Bona, oggi privata, risale al XII secolo. Un luogo attraversato dalla Storia e gravido di suggestioni ed enigmi. Qui, nella prima sera d’estate, Giulio porterà in scena “Il Cantattore”, spettacolo che si snoda tra musica e brevi impromptu teatrali, in costante dialogo con il pubblico. Lo spettacolo si preannuncia a detta dello stesso Casale “un volo libero, senza rete di sicurezza” (senza scaletta preordinata), nel ricco repertorio teatrale e musicale di questo poliedrico artista. Dagli Estra a De Andrè, da Tenco al più recente album Inexorable passando forse da Cechov, da Gaber, dalla Beat Generation o David Bowie, con lo sguardo però sempre rivolto al presente. Perché, come canta il Cantattore: “abbiamo tempo, abbiamo ancora un tempo. Il nostro.”

Uno spettacolo esclusivo che apre il Festival delle Abbazie 2019 (Parole in Azione), su un palco ancora più esclusivo e di rara suggestione. I posti sono limitati.

Abbazia Benedettina di Santa Bona
Via Piave
31020 Vidor (TV)